closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Alberto Radius, sogni fuori dal ghetto

Note sparse. L’artista romano ha attraversato sotto le vesti più disparate, autore, cantante, arrangiatore e chitarrista, gli anni più fertili e creativi del rock e del pop italiano

Alberto Radius

Alberto Radius

Per chi ha percorso, anche solo sfiorandole, le discese ardite e le risalite di Lucio Battisti, ha certamente incrociato, in qualche lista di musicisti accreditati, il nome di Alberto Radius, un chitarrista che fin dai primi anni '60 bazzicava nei club romani e milanesi in una serie di complessi (come venivano definite le band all'epoca) dalle alterne fortune o al massimo prototipi di futuri super-gruppi come I Quelli (che qualche anno dopo diventeranno la PFM). Quel nome, così carico di reminiscenze latine, ha attraversato lustri di musica leggera sotto le vesti più disparate: proprietario dello storico studio milanese che ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.