closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Ali arso vivo mostra volto violento coloni israeliani

Cisgiordania. Clima esplosivo nei Territori occupati palestinesi dopo l'incendio doloso causato da quattro settler nel villaggio di Kufr Douma costato la vita ad Ali Dawabsheh, di 18 mesi. Netanyahu condanna. Abu Mazen vuole rivolgersi alla Corte penale internazionale

Ali Said Dawabsheh aveva 18 mesi, è morto bruciato vivo nella sua casa a Duma, Nablus

Ali Said Dawabsheh aveva 18 mesi, è morto bruciato vivo nella sua casa a Duma, Nablus

Giovedì notte le fiamme hanno avvolto la casa dei Dawabsheh in pochi attimi. Saad e Riham hanno cercato di salvare i loro bimbi, Ahmad di 4 anni e Ali di 18 mesi. Hanno fatto di tutto ma il fuoco e il fumo sono stati letali per il piccolo Ali. Saad ha provato invano a tirarlo fuori da quell'inferno. Niente da fare. L'autopsia ha dato un esito terribile. Il bimbo è bruciato vivo, come bruciò vivo poco più di un anno fa a Gerusalemme Mohammed Abu Khdeir, ucciso per vendetta da estremisti israeliani. Si è consumata così la tragedia dei Dawabsheh...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.