closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Alternative Right», la nuova destra che corre con Trump

Stati uniti. La campagna del tycoon, molto attiva sui social, ha più volte fatto eco alle posizioni dell’Alt-Right, segnate da una aperta islamofobia, dall’elogio dei ruoli di genere tradizionali, dalla denuncia della minaccia che graverebbe sulla civiltà occidentale anche per effetto dei flussi migratori e che arriva, nelle sue punte più estreme, a parlare di un «genocidio dei bianchi», oltre a criticare pesantemente il politicamente corretto

Trump durante un comizio a Greeley, Colorado

Trump durante un comizio a Greeley, Colorado

Quale che sia l’esito del voto dell’8 novembre, la candidatura di Donald Trump un primo risultato lo ha già prodotto: quello di far emergere le contraddizioni che albergano nel campo repubblicano e di offrire visibilità alla nuova destra statunitense. Più per opportunismo che per convinzione ideologica, il miliardario newyorkese ha infatti pescato a più riprese tra le parole d’ordine di quel circuito estremista, composto prevalentemente da blog, testate online e sedicenti think-tank che da alcuni anni va sotto il nome di Alternative-Right. Una tendenza che rappresenta per molti versi la più importante corrente politico-culturale emersa ai margini dello schieramento conservatore...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi