closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Bagnasco contro le nozze omosex: “Sono un cavallo di Troia”

L'assemblea dei vescovi. La prolusione del presidente della Cei, che chiude alle aperture di papa Francesco, è un messaggio alla politica italiana

Che nel cattolicesimo italiano militasse una delle falangi più nutrite della resistenza all’aggiornamento pastorale in corso nella Chiesa è emerso chiaramente dalla concitata fase preparatoria del Sinodo dei vescovi e dal deludente documento conclusivo. Ieri è arrivata l’ulteriore conferma con la prolusione del presidente della Cei, il cardinale Angelo Bagnasco, pronunciata all’assemblea generale dei vescovi riuniti ad Assisi. Non ci sono davvero più dubbi sulla netta distanza che separa oggi l’episcopato italiano dall’immaginario che si sta affermando attraverso il nuovo papa. Con uno stile che riporta la memoria agli interventi a gamba tesa del suo predecessore, Camillo Ruini, contro l’allora...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi