closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Caso Litvinenko, «Putin probabile mandante

Gran Bretagna/Russia. Prima conclusione giudiziaria dopo l’inchiesta. Dopo dieci anni d’indagine pubblica, il giudizio sulla morte della spia russa avvelenata a Londra con il polonio-210. Aspettando nuove sanzioni? Mosca furiosa

La moglie di Litvinenko mostra il documento dell'inchiesta

La moglie di Litvinenko mostra il documento dell'inchiesta

L’affaire Litvinenko, una di quelle vicende spionistiche capaci di mandare in prepensionamento autori di spy stories del calibro di Le Carré, dopo dieci anni ha finalmente raggiunto un climax giudiziario: la lunga inchiesta, pubblica, sulla morte della spia russa, avvenuta in un albergo londinese per avvelenamento di polonio-210, si è conclusa con l’accertamento «probabile» della responsabilità di Vladimir Putin come mandante. Il giudice in pensione che ha condotto l’inchiesta, Robert Owen, è sicuro che a compiere l’avvelenamento siano stati gli agenti Andrei Lugovoi e Dimitri Kovtun, da anni in Russia e all’estradizione dei quali le richieste di Londra hanno sempre...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi