closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Corruzione Eni in Nigeria, le ragioni di Re:Common e Global Witness

Corruzione Eni in Nigeria. Se raccontata come una storia di Hollywood, di alcuni occidentali che scoprono le presunte tangenti pagate a nigeriani corrotti, alcuni elementi sgradevoli di questa rischiano di perdersi.

Quella passata è stata una settimana da dimenticare per il gigante petrolifero Eni. Nel giro di poche ore dalla notizia che il nuovo amministratore delegato, Claudio Desclazi, e la società erano sotto indagine per corruzione riguardo ad un affare in Nigeria, il titolo ha perso valore in borsa. Anche se si è poi ripreso, e nonostante l’Eni abbia negato le accuse, ben 1,4 miliardi di dollari del capitale si sono persi quel giorno. La storia, come è emersa sulla stampa italiana, è degna di una sceneggiatura di Hollywood. Un ministro del petrolio nigeriano che si è assegnato da solo un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.