closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'inchiesta

Dalla Terra dei fuochi in Marocco

ECOBALLE . Incenerite nei cementifici. Gli ambientalisti di Rabat: «Non siamo la vostra pattumiera». Paolo Rabitti, esperto di rifiuti tossici: «Gli impianti omologati in Europa costano, ma smaltire il Cdr nei forni dei cementifici è inquinante»

Le ecoballe della Terra dei fuochi stanno per sbarcare in Marocco per essere incenerite nei cementifici marocchini in barba alle norme comunitarie europee sulle emissioni di diossina. La prima nave deve ancora attraccare alla banchina del porto di El Jadida con il suo carico di rifiuti provenienti dalla discarica di Taverna del Re, situata tra Giugliano, provincia di Napoli, e Villa Literno, provincia di Caserta, e questo nuovo traffico tra una sponda e l'altra del Mediterraneo ha già sollevato un vespaio di polemiche, in Marocco. Tanto che il partito di governo, il partito islamista moderato Giustizia e Sviluppo (Pjd), che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.