closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Deportati con i treni Sncf: accordo Francia-Usa

Responsabilità del regime di Vichy. Lo stato francese crea negli Usa un fondo di 60 milioni di dollari, per indennizzare le vittime (o le loro famiglie) della deportazione verso i campi di sterminio. La Sncf, controllata dal regime collaborazionista, aveva trasportato in vagoni bestiame 76mila ebrei. La Sncf avrà cosi' la garanzia di evitare denunce penali negli Usa e di poter cosi' partecipare alle gare di appalto per contratti ferroviari

Lunedi’ Francia e Usa firmano un accordo di indennizzo per i deportati sopravvissuti (o le loro famiglie), trasportati verso i campi di concentramento dalla compagnia ferroviaria, la Sncf. La Francia crea un fondo di 60 milioni di dollari e le vittime riceveranno circa 100mila dollari a testa. La storia viene da lontano. Ci riporta agli anni di Vichy e alla collaborazione dello stato francese con la Germania nazista. Dalla Francia, sono stati deportati migliaia di ebrei, soprattutto stranieri, trasportati con autobus e treni della compagnia nazionale, la Sncf, 76mila ebrei tra il ‘42 e il ‘44. Solo 3mila sono sopravvissuti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.