closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Ecco com’è un Cie da «paese sicuro»

Turchia. La storia di Pietro e Claudio: arrestati in Kurdistan con l'accusa di affiliazione ad un'organizzazione terroristica, sono scomparsi per tre giorni in un carcere per poi finire in un centro detentivo dove si usano fondi Ue

La città kurda di Nusaybin, sud-est turco

La città kurda di Nusaybin, sud-est turco

Scomparsi in un carcere turco e deportati, passando per un Cie circondati da bandiere europee e insetti. Pietro e Claudio hanno vissuto in prima persona la gestione dell'emergenza rifugiati appaltata dall'Europa alla Turchia «paese sicuro» e la guerra al popolo kurdo. Il quadro che emerge è drammatico, aggravato dallo stato di emergenza imposto al paese dopo il tentato golpe. La conseguenza, dice al manifesto Pietro Pasculli, è concreta: l'autorità non è più in capo alla magistratura, ma alla polizia. «Con Claudio Tamagnini siamo arrivati in Turchia il 22 luglio. Volevamo testimoniare il conflitto in Kurdistan, raccogliere le storie delle famiglie»....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.