closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 10.08.2016

Il governo di Damasco e le opposizioni laiche e islamiste ammassano armi e migliaia di uomini ad Aleppo, la città che potrebbe decidere la guerra. Flusso ininterrotto di artiglieria dalla Turchia. Le Nazioni Unite fanno appello per una tregua umanitaria immediata: due milioni di persone sono senza acqua

Politica

Referendum, gaffe e milioni

Andrea Fabozzi

Boschi dimentica la Costituzione: chi invita a votare No non rispetta il parlamento. Poi tenta di correggersi. Renzi conferma lo slittamento: si vota a novembre, il 13 o il 20. Polemica per la festa dell’Unità. Demagogia a go go: ai poveri i risparmi della riforma. Ma su quanto ammontano il governo favoleggia

Italia

Firenze, l’aeroporto che anticipa la riforma costituzionale

Riccardo Chiari

Dopo che il Tar ha bocciato il progetto di scalo intercontinentale caro a Renzi&Carrai, il sindaco Nardella e il viceministro Nencini replicano che alla fine decideranno i ministeri dell'ambiente e dei trasporti. Con un accentramento dei poteri a livello centrale ben definito nella riforma costituzionale su cui a novembre ci sarà il referendum.

Italia

Milano, l’emergenza non c’è

Andrea Cegna

Sono 3.300 in città. Il sindaco non esclude «che si usino tende per la prima accoglienza», ma assicura: «Non è prevista alcuna tendopoli in altri luoghi

Internazionale

È battaglia finale: Aleppo vale la Siria

Chiara Cruciati

La città è l'ultimo chiodo nella bara del dialogo: il governo di Damasco e le opposizioni islamiste inviano armi e migliaia di uomini. Camion carichi di artiglieria pesante transitano da giorni dal confine turco. Onu: in due milioni senza acqua

Erdogan e Putin, come due vecchi amici

Michele Giorgio

E' stato un successo il vertice di San Pietroburgo. I due leader hanno messo da parte rancori e divisioni ed annunciato oltre ad accordi economici anche una possibile cooperazione militare. Pochi invece i passi in avanti sulla crisi siriana

Ecco com’è un Cie da «paese sicuro»

Chiara Cruciati

La storia di Pietro e Claudio: arrestati in Kurdistan con l'accusa di affiliazione ad un'organizzazione terroristica, sono scomparsi per tre giorni in un carcere per poi finire in un centro detentivo dove si usano fondi Ue

ECONOMIA

Se il capitalismo Usa ristagna

Pierluigi Ciocca

Confutazione delle tesi di Robert J. Gordon sulla stagnazione negli Usa, il paese dove gli investimenti pubblici si sono ridotti dal 3% del Pil, negli anni ’50 e ’60, a valori prossimi allo zero. La tendenza va invertita

Cultura

La tentazione dell’isola assoluta

Tommaso Ariemma

La scrittrice francese Maylis de Kerangal sostiene nel suo libro che Lampedusa sia sola al mondo. Per Deleuze, ogni luogo circondato dall’acqua è un'origine, una sorta di ricominciamento. Per Lacan, la mappa che traccia i contorni è un segno del desiderio

Una rovina da ricordare

Marco Pacioni

«Distruggere il passato. L’iconoclastia dall’Islam all’Isis», di Maria Bettetini, per Raffaello Cortina editore. Nonostante il titolo, il libro indaga il rapporto con le immagini delle tre religioni monoteiste

Una burrascosa amicizia

Oreste Bossini

Franz Liszt, «Wagner», a cura di Nicolas Dufetel, per Il Saggiatore. Gli scritti sul teatro del sodale, una strategia per lanciarlo fuori dalla ristretta cerchia dell'avanguardia

Amori solitari a Berlino

Giacomo Giossi

"Amateurs", il romanzo di Stefano Zangrando per Alfabeta Verlag, che sa guardare dentro le pieghe della città tedesca

Alberto Radius, sogni fuori dal ghetto

Cecilia Ermini

L’artista romano ha attraversato sotto le vesti più disparate, autore, cantante, arrangiatore e chitarrista, gli anni più fertili e creativi del rock e del pop italiano

Venezia in maschera, tra scandali e cardinali

Gianfranco Capitta

In chiusura la 44esima edizione, l’ultima sotto la direzione artistica di Alex Rigola. Tra gli spettacoli il geniale saggio dei Rimini Protokoll a tema lagunare, mentre lo Stary di Cracovia ha messo in scena «Re Lear»

Arruolate nella rete, nel vortice della jihad

Cristina Piccino

In concorso a Locarno 69 «Le ciel attendra» di Marie-Castille Mention-Schaar che racconta le tecniche di reclutamento dei giovani francesi da parte dello stato islamico. Ma la regista alle sfumature preferisce l'impatto «spettacolare»

L'Ultima

Brigata nera a Piazzale Loreto

Alfonso Airaghi, Saverio Ferrari

Il 10 agosto 1944 quindici prigionieri furono prelevati dal carcere di San Vittore e fucilati in Piazzale Loreto, una strage nazifascista per cui Mussolini, la Petacci e altri gerarchi furono poi appesi dai partigiani in quella stessa piazza. Ora si conoscono i nomi di chi dette l’ordine e di chi sparò. Una verità insabbiata per cinquant’anni. Solo a partire dal 1994 con la scoperta dell’«Armadio della Vergogna» si è potuto ricomporre il puzzle delle responsabilità