closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 22.04.2016

Dal boicottaggio del referendum sulle trivelle al colpo di mano sull’acqua pubblica il passo è stato breve. Con un blitz alla camera Pd e governo stravolgono la proposta di legge di iniziativa popolare e privatizzano i servizi idrici: andranno sul mercato

Politica

Così il Pd si beve un altro referendum

Luca Fazio

Approvato con i voti dem il ddl sulla gestione del servizio idrico integrato. Manomesso il testo originario che escludeva la possibilità dell’ingresso dei privati. Probabili sanzioni in arrivo

Roma, Bertolaso spiazza tutti

Andrea Colombo

L’ex capo della protezione civile: non mi ritiro. Salvini minaccia di far saltare gli altri accordi. Fi a Berlusconi: tratta con Meloni e la Lega. Il quasi ex candidat. o gioca d’anticipo: «Me lo ha chiesto Silvio». Un capo che da ieri non è più leader

Caro Giuliano, non siamo i duri e purI

Emilio Molinari, Piero Basso, Vittorio Agnoletto, Franco Calamida, Silvano Piccardi

Gli attacchi a Basilio Rizzo, il voto utile pro Renzi. «Per noi tuoi ex elettori Sala è il ritorno al passato» «C’è il ballottaggio, ricordalo»

Legittima difesa, il testo torna in commissione

Giuliano Santoro

Rinviato lo scontro nella maggioranza. L’insicurezza percepita e il ruolo della tv in un rapporto del 2007 ai deputati, firmato Gianni De Gennaro. Gli interessi delle lobby delle armi sportive padane, i cui brand Salvini dovrebbe stampare sulle sue magliette

“Valpolcevera era già inquinata, ‘livello di salute’ come Taranto”

Riccardo Chiari

Il medico epidemiologo Valerio Gennaro: "C'è una indagine scientifica nel quinquennio 2001-05 che segnala eccessi di mortalità in quell'area. Ora andrebbe aggiornata, dopo l'esplosione dell'oleodotto. Come Isde eravamo lì anche sabato scorso, la valle era già prima in emergenza per gli effetti collaterali dei tanti impianti industriali".

Internazionale

Il clima val bene un’altra cerimonia

Anna Maria Merlo

Oggi la firma a New York degli accordi di Parigi alla Cop21. 162 paesi si erano impegnati, 146 saranno presenti. Ma la strada è ancora lunga per l'entrata in vigore. Usa e Cina dovrebbero ratificare entro l'anno, mentre la Ue è in difficoltà.

Economia

I nemici delle rinnovabili

Antonio Sciotto

Le energie alternative crescono, ma non in Italia. Al palo per una scelta del governo Renzi. Secondo il Rapporto Irex le imprese nostrane investono soprattutto all’estero: «Da noi manca una politica definita, si procede per stop and go». Incentivi azzerati, leggi che si attendono per anni, autorizzazioni impossibili per ammodernare gli impianti: così l’esecutivo affossa le fonti pulite

Draghi: “Criticati da chi guadagna dalle politiche della Bce. Lavoriamo per l’Eurozona, non per la Germania”

Roberto Ciccarelli

La Bce prosegue sulla sua strada nonostante le critiche da Berlino. Pace transitoria con il potente ministro dell'economia Schauble. Gli effetti sull'economia reale del "Quantitative Easing" si fanno attendere. "Bisogna pazientare" dice Draghi. Ma il tempo è scaduto per milioni di europei. A cominciare dai giovani disoccupati a cui ha dedicato uno sconfortato tributo

Internazionale

«Giulio era in mano ai servizi dal 25 gennaio»

Chiara Cruciati

Sei poliziotti e funzionari di intelligence raccontano alla Reuters le ore dell'arresto del ricercatore italiano, prelevato dalla polizia e portato nel compound dei servizi interni. La Nsa smentisce. Dubbi sul luogo dell'arresto: perché Giulio era alla stazione metro Nasser?

Italia

Serie A e B, due giorni in campo per Regeni

Nicola Sellitti

Con lo striscione «Verità per Giulio» non solo il calcio, anche pallavolo e rugby. Dopo la richiesta della Coalizione italiana per i diritti e le libertà civili, Antigone e Amnesty International

Obama chiede di combattere l’Isis a chi lo finanzia

Michele Giorgio

Si è chiuso con un appello a lottare uniti contro lo Stato islamico il viaggio del presidente Usa a Riyadh. Parole che stridono con la richiesta di tanti americani di declassificare le parti segrete dell'inchiesta sugli attentati dell'11 settembre che conterrebbero le prove di contatti di alti funzionari sauditi con i dirottatori di al Qaeda

Cultura

L’isola senza biciclette

Lia Tagliacozzo

«Gli ultimi ebrei di Rodi. Leggi razziali e deportazioni nel Dodecaneso italiano (1938 -1948)» di Marco Clementi e Eirini Toliou, per DeriveApprodi

Fori al chiaro di luna

Arianna Di Genova

Passeggiate notturne con una illuminazione particolare e l'apertura di santa Maria Antiqua, con la mostra «Tra Roma e Bisanzio»: all'interno, cicli pittorici miracolosamente conservati che vanno dal VI secolo al IX

L’estraneità di ogni ritorno

Ida Travi

«Una lucida disperazione» di Piera Oppezzo, la selezione di testi tra gli anni ’50 e il 2009. La raccolta di versi, pubblicata postuma da Interlinea, è un doveroso riconoscimento

Il destino obliquo di venire al mondo

Alessandra Pigliaru

La madre può essere sostituita, al contrario della «creatura piccola». L’ultimo libro di Luisa Muraro affronta il tema della gestazione per altri di carattere commerciale

Visioni

Addio Prince, genio iconoclasta del funk

Giona A. Nazzaro

Muore a 57 anni il musicista americano che ha reinventato negli ’80 la black music grazie a un mix con pop e rock. Ha riscritto la storia della musica afroamericana senza mai ripetersi. Dai travolgenti successi di «Purple rain», alla psichedelia pura di «Around the world in a day», passando per i conflitti insanabili con le major e la decisione di cambiare nome, per sperimentare solitario seguendo la lezione di Miles Davis

Il mistero improvviso dell’adolescenza

Cristina Piccino

Visions du Reel, il festival dedicato al documentario, conferma la sua capacità di lanciare nuovi talenti disegnando a ogni edizione mappe inedite del cinema. Tra le scoperte, «I Cormorani» di Fabio Bobbio e «Il passo»

L'Ultima

L’opera prima di Nino

Guido Liguori

La Camera dei deputati approva la proposta di rendere la Casa Museo Gramsci di Ghilarza monumento nazionale. Un omaggio istituzionale all’intellettuale italiano più letto nel mondo, rimosso però dai partiti eredi del movimento operaio. Un monumento che andrebbe gestito da chi continua a indagare i suoi scritti. Per farlo diventare un luogo di cura della memoria storica e di approfondimento della sua prassi teorica