closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Commissione Juncker, effetto ottico per i socialdemocratici

Nuova Commissione europea . Juncker ha presentato i nomi: Moscovici agli Affari economici, ma il francese è circondato da falchi e da liberisti (Katanien, vice-presidente con diritto di veto, e tre donne provenienti da paesi non euro al Mercato interno, al Commercio e alla Concorrenza), oltreché da De Guindos all'Eurogruppo. Alla City i Servizi finanziari. Uno spagnolo misogino, un ungherese vicino a Orban alla Scuola e una slovena che canta "Viva il comunismo e la libertà" in difficoltà per le audizioni di fronte all'Europarlamento

Jean-Claude Juncker svela i nuovi commissari europei

Jean-Claude Juncker svela i nuovi commissari europei

La Francia la spunta e Pierre Moscovici è nominato agli Affari economici e monetari della nuova Commissione Juncker. E il socialdemocratico olandese, Frans Timmermans, è nominato primo vice-presidente, cioè numero due del nuovo esecutivo europeo. Con Federica Mogherini alla Pesc, sono tre posti di primo piano che vanno ai social-democratici. Ma potrebbe essere solo un effetto ottico: la “svolta” tanto invocata nella politica economica molto probabilmente non avrà luogo. Moscovici, accusato dai tedeschi di essere “molle come un brie francese”, è circondato da falchi: primo tra tutti l’ex primo ministro finlandese, Jyrki Katanien, uno dei sette vice-presidenti, con il compito...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi