closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Egitto, attivista uccisa mentre porta una rosa a Tahrir

Egitto. La polizia ha sparato a Shaimaa El-Sabbagh, dell’Alleanza socialista, che muore tra le braccia del marito. Oltre 16 morti per il quarto anniversario dalle rivolte

Nella foto il momento dell'abbraccio tra l'attivista egiziana e il marito

Nella foto il momento dell'abbraccio tra l'attivista egiziana e il marito

Per le strade delle città egiziane la disillusione e lo sconforto hanno lasciato spazio alle più cruente proteste da un anno a questa parte. Nel 2014, per ricordare i giorni della rivoluzione, vennero uccise sessanta persone. Questa volta sono 16 i morti e trenta i feriti negli scontri per il quarto anniversario dalle proteste di piazza Tahrir del 25 gennaio 2015: un bilancio destinato a crescere. Scontri tra manifestanti e polizia si sono svolti al Cairo, Alessandria d'Egitto, nel governatorato di Beheira e nel quartiere popolare di Mataryya. Ma per sdegno e dolore, la morte di Shaimaa El-Sabbagh è senz'altro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi