closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Elegia pastorale bella e perduta

Festival Locarno. Incontro con il regista Pietro Marcello e lo sceneggiatore Maurizio Braucci

una scena di

una scena di "Bella e perduta" di Pietro Marcello

La moquette è quella dell'albergo che ospita Pietro Marcello, unico italiano in concorso a Locarno con il suo Bella e perduta, e Sara Fgaier, sua compagna di vita e montatrice del film, ci sediamo in terra. Accanto a noi, in mezzo a mille balocchi, gorgheggia allegramente, labbra grasse al sole di miele, come direbbe De Andrè, la loro bella bambina. Braucci se ne sta comodo in poltrona, l'atmosfera è conviviale perché «il cinema si fa tra amici» dice Pietro. Bella e perduta è un film di scambi osmotici, tra documentario e racconto fiabesco e tra documentazione e poesia audiovisuale. Bella...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.