closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

I presupposti dell’ultimo attacco a Dhaka

Bangladesh. Le turbolenze interne fanno gola alle organizzazioni terroristiche islamiche internazionali

Dopo l'attentato terroristico a Dhaka

Dopo l'attentato terroristico a Dhaka

Fino a qualche anno fa, raggiungere il Bangladesh dal Bengala occidentale, indiano, era un’esperienza un po’ disorientante. Le dieci ore di treno che tagliano orizzontalmente la rigogliosa campagna bengalese tra Calcutta e Dhaka lasciavano il passeggero in quella che sembrava una «città gemella» ferma a qualche decennio prima. Un viaggio nel tempo, né oltreconfine né nello spazio, che restituiva una megalopoli caotica, decadente, ultrapopolata da milioni e milioni di bengalesi del tutto simili in costumi, abitudini culinarie e riferimenti culturali al medesimo popolo «al di qua» del confine, guardando dall’India. Il Bangladesh, 180 milioni di persone che abitano un paese...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.