closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

In macerie il campo di Idomeni ma i migranti vagano ancora verso la rotta balcanica

Tre giorni appena. Con largo anticipo sui dieci annunciati inizialmente, tanto è bastato alla polizia greca per smantellare l’ultimo avamposto della disperazione migrante e della vergogna europea. Da ieri il campo di Idomeni è una landa deserta e desolata dove ruspe, bulldozer e camion lavorano già a pieno ritmo per rimuovere ogni traccia del passaggio delle oltre 10mila persone in fuga da guerre e povertà. Sul terreno rimangono solo oggetti e segni di vita strappati alla speranza: cataste di coperte, tende ancora montate, taniche di acqua vuote, teli, vestiti, cassette di plastica, passeggini, legna, immondizia, macerie e quant’altro. Da oltre...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.