closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Kashmir, esercito indiano spara almeno 30 le vittime

Kashmir. Tre giorni di proteste e scontri a seguito dell'uccisione di Burhan Wani, comandante separatista

Le proteste in Kashmir

Le proteste in Kashmir

Negli ultimi tre giorni un’ondata di proteste e violenze ha paralizzato la vita della valle del Kashmir. Venerdì notte Burhan Wani, comandante 22enne del gruppo armato separatista Hizbul Mujahideen, viene ucciso dalle truppe indiane in uno scontro a fuoco. Wani, sulla cui testa pendeva una taglia di 1 milione di rupie (13.500 euro circa), godeva di grande fama tra la popolazione. Al diffondersi della notizia, la rabbia prende il sopravvento: nel sud del Kashmir, zona di origine di Wani e roccaforte della ribellione armata, la notte esplodono scontri con l’esercito indiano. Il giorno dopo le frasi di cordoglio intasano i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.