closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La sfida dei corpi alla ferocia della Storia

Cinema. Si è chiuso il Festival di Locarno, Pardo d’oro a «Godless», racconto della Bulgaria di oggi, migliore regia a Joao Pedro Rodrigues, premio della giuria a Radu Jude. Nel suo «Cuori feriti» il regista rumeno rilegge il Novecento attraverso la vita in sanatorio dello scrittore Max Blecher. Un gioco sfacciato con la morte

Il giorno dopo la premiazione sulla Piazza Grande il megaschermo era ancora lì con l’ombra scura, quasi una cicatrice, del fuoco appiccato da un uomo pochi giorni dopo l'inizio del festival. Spariti invece subito le tende bianche, «teatro» degli incontri e delle chiacchiere, e tutto quanto ha trasformato per dieci giorni il palazzetto dello sport e la palestra della scuola nelle sale da visione per migliaia di spettatori in attesa del nuovo palazzo del cinema, di cui si vedono le impalcature, e che pare sarà pronto presto.     Ha vinto - doppio premio, Pardo d’oro e migliore attrice protagonista...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi