closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

L’affondo sul Venezuela

Reportage. La «fine del ciclo progressista» è il nuovo mantra di chi considera inevitabile il ritorno delle destre al potere. Ma il tentativo di colpire Caracas per balcanizzare l’America latina non ha fatto i conti con la mobilitazione popolare in corso

Sostenitori del governo chavista  in marcia  a Caracas lo scorso 31 maggio

Sostenitori del governo chavista in marcia a Caracas lo scorso 31 maggio

L’affondo è cominciato, il Venezuela socialista deve mordere la polvere. E inginocchiarsi alla «fine del ciclo progressista», nuovo mantra di chi considera ineluttabile il ritorno delle forze reazionarie in America latina. Il segretario generale dell’Organizzazione degli stati americani (Osa), Luis Almagro ha annunciato che chiederà l’applicazione della Carta democratica al Venezuela. Un articolo contempla la sanzione in caso di «alterazione dell’ordine costituzionale che minaccia gravemente l’ordine democratico». Se verrà approvato dal voto, il provvedimento porterà alla sospensione del paese dall’organismo, e implicherà una serie di sanzioni economiche. Il paradosso è che la misura è stata applicata all’Honduras e al Paraguay,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.