closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

«Lavorate e basta», la voce del padrone al Centro Poste Italia

Napoli. Vessazioni e lavoro "caldo" al mega centro di smistamento partenopeo. Sel presenta un interrogazione in senato, e con la lista Tsipras il caso approda anche a Strasburgo

Il Centro smistamento corrispondenza delle Poste Italiane di Napoli è il più grande del mezzogiorno, ci lavorano 700 persone su tre turni, il lavoro è parzialmente meccanizzato: si tratta di sollevare casse pesanti di corrispondenza che va lavorata soprattutto a mano. Proprio come gli operai in fabbrica, nel capannone di via Galilea Ferraris in molti soffrono di patologie alla schiena e agli arti. I motori delle attrezzature sviluppano un rumore costante ai limiti dei decibel consentiti, così dopo 7 ore e mezza di lavoro ti senti la testa che si spacca. Naturalmente non c'è solo il rumore ma anche la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi