closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

Le barricate della Kobane turca, elezioni e intimidazioni a Cizre

Dopo la chiusura dei seggi elettorali in Kurdistan rimangono molti dubbi e qualche certezza. La prima certezza si può agevolmente trovare nelle parole dei giovani per le strade di Cizre: «Chiunque è benvenuto nel nostro quartiere, ma la polizia no. Loro devono restare fuori». Siamo a Nur, nel centro di Cizre, dove ha sede il quartier generale dell'Hdp. In questo distretto il Partito democratico dei Popoli domenica scorsa ha ottenuto il 93,22 per cento dei voti, e qui, insieme agli altri quartieri cittadini di Cudi, Sur e Yafes, le forze speciali turche hanno ucciso in tutto 21 persone: un inferno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi