closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Legalizzatela, parola di antimafia

Stupefacenti . Il «parere positivo» della Dna sulla cannabis legale inviato al governo a pochi giorni dall’approdo alla Camera del ddl promosso dai Radicali, dalle associazioni e dall’intergruppo parlamentare

Partinico (Pa), piantagione di oltre 10 mila piante di marijuana sequestrata nel 2010

Partinico (Pa), piantagione di oltre 10 mila piante di marijuana sequestrata nel 2010

La Direzione Nazionale Antimafia e Terrorismo «esprime parere positivo per tutte le proposte che mirano a legalizzare la coltivazione, la lavorazione e la vendita della cannabis e dei suoi derivati». È il passaggio saliente di un parere ufficiale che la Dna ha indirizzato al governo a pochi giorni dalla discussione del disegno di legge dell’intergruppo parlamentare «Cannabis legale» che arriverà alla Camera dei Deputati, forte di oltre 220 sottoscrizioni, il prossimo 25 luglio. Un provvedimento questo che se approvato avrebbe grandi vantaggi secondo l’antimafia, liberando risorse umane e finanziarie in diversi comparti della pubblica amministrazione (forze dell’ordine, Polizia penitenziaria, funzionari...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi