closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Libano vicino al baratro

Medio Oriente. Il "Fronte 14 marzo" antisiriano accusa il movimento sciita Hezbollah di aver causato la decisione dell'Arabia saudita di cancellare il finanziamento da quattro miliardi di dollari per l'Esercito libanese. Vacilla il governo di Tamman Salam. La nuova crisi politica esplode mentre la guerra civile siriana bussa alle porte del Paese.

Se il re saudita Salman e il suo ministro degli esteri Adel al Jubair, bloccando il finanziamento da 4 miliardi dollari promesso all'Esercito e alla polizia del Libano, cercavano di riaccendere pericolosamente lo scontro nel Paese dei Cedri, allora hanno raggiunto il loro scopo. Il Libano, con alle porte da cinque anni la guerra civile siriana, è di nuovo precipitato in una crisi politica devastante, dalle conseguenze imprevedibili, proprio quando si registravano le prime intese tra parti opposte sulla nomina del nuovo capo dello stato (attesa dal 2014), sfociate nella clamorosa riconciliazione dopo 30 anni tra i due leader cristiani...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.