closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’incompiuta di Guantanamo

Obama. Torna il piano, promesso sette anni fa, per trasferire altrove i prigionieri del campo di prigionia in territorio cubano, che «mina i valori americani e non aiuta la sicurezza nazionale». Così Barack tenta in extremis di archiviare «un capitolo della nostra storia». La proposta irrompe nella campagna elettorale: Rubio insinua che la mossa sia merce di scambio con Castro

Uno dei 91 detenuti ancora reclusi nella base Usa di Guantanamo

Uno dei 91 detenuti ancora reclusi nella base Usa di Guantanamo

Un piano per la chiusura di Guantanamo era stato promesso sette anni fa e Obama lo ha annunciato martedì, negli ultimi mesi della sua presidenza, durante l’incontro con la stampa. «Si tratta di chiudere un capitolo della nostra storia - ha detto Obama -, riflette le lezioni che abbiamo imparato dal 9/11. Lezioni che devono guidare la nostra nazione per il futuro. Da tempo è evidente che Guantanamo mina i valori americani e non aiuta la nostra sicurezza nazionale, è controproducente perché gli estremisti la usano come strumento di propaganda ed esaurisce risorse». Il Pentagono propone di trasferire i rimanenti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.