closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’invenzione del colore

Saggi. «Bianco e nero. Storia dell’identità razziale degli italiani», il libro di Gaia Giuliani e Cristina Lombardi-Diop che smaschera l'invenzione di una mediterraneità senza métissage

Un gusto non troppo soffuso di melanconia postcoloniale pervade gli strascichi lasciati dalle celebrazioni dei 150 anni dell’unità nazionale: l’idea secondo cui la «nostra» cultura nazionale, a differenza di altri paesi, sarebbe stata «fino al recente arrivo di immigrati» straordinariamente omogenea per quanto riguarda il colore della pelle, la religione e pure la lingua. Un paradigma identitario che mostra come, nonostante la specifica ossessione del dibattito italiano per l’identità nazionale, restino radicate e persistenti le resistenze a considerarne le relazioni con il razzismo. Appare quindi una sfida e una scommessa, fin dal titolo, il volume di Gaia Giuliani e Cristina...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.