closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Nel Nagorno-Karabakh tornano a parlare le armi pesanti

Escalation nel Caucaso. Violenti scontri tra azeri e armeni sul confine: 32 morti, mai così tanti dalla tregua del 1994. Putin preoccupato

Tank azeri nel Nagorno-Karabakh

Tank azeri nel Nagorno-Karabakh

Il presidente russo Putin è intervenuto ieri per chiedere il rispetto immediato del cessate del fuoco in vigore fra Azerbaigian e Armenia. Il Cremlino – preoccupato per le ultime evoluzioni – ha fatto un appello alla calma e alla responsabilità, affinché si evitino altre vittime civili. Fra venerdì notte e sabato mattina, lungo la linea di confine fra l’Azerbaigian e la regione del Karabakh, occupata dagli armeni, si sono verificati scontri come non se ne vedevano da più di vent’anni. Il Caucaso, regione strategica per Mosca e per l’Occidente per la presenza di giacimenti di petrolio e gas, torna a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.