closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

No all’isolamento: gli egiziani alzano la voce

Egitto. La pratica punitiva sempre più utilizzata: prigionieri isolati per mesi con gravi danni fisici e psicologici. Tra loro attivisti e avvocati arrestati il 25 aprile.

Mentre il presidente del golpe, l’ex generale al-Sisi, ieri sera in televisione elencava i successi di due anni dalla sua elezione, l’avvocato Maked Adly contava il suo primo mese dentro una cella da tre metri quadrati, completamente solo, separato dal resto del mondo. Nell’elenco di al-Sisi spiccavano gli otto grandi progetti infrastrutturali, alcuni faraonici, inaugurati o messi in cantiere dal 2014 ad oggi. Come il nuovo Canale di Suez e le zone industriali a corredo o il progetto di sviluppo in Sinai con fattorie, reti stradali e zone residenziali nuove di zecca: una spesa di 117 miliardi di dollari, buona...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.