closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

No del Gop al controllo sulle armi

Stati uniti. Nessuna riforma neanche dopo Orlando. «Quasi attentato» contro Donald Trump

Quattro votazioni, Quattro «no» secchi al controllo delle armi ad una settimana appena dalla strage di Orlando. Il congresso degli Stati uniti si conferma ermetico rispetto a qualunque sebbene minima riforma volta a limitare possa l’accesso alle armi da fuoco. Lunedì sono state respinte proposte per estendere i controlli preventivi sugli acquirenti al commercio fra privati, sulla restrizione delle vendite a soggetti «a rischio», sulla restrizione della vendita di armi da guerra, gli «assault rifles» come l’Ar15, il micidiale fucile semiautomatico in dotazione all’esercito che viene regolarmente imbracciato dagli autori delle stragi che sono diventate una vera e propria piaga...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.