closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

NoTriv, un «popolo resistente» per difendere l’Adriatico

Abruzzo. In 50mila da tutta Italia a Lanciano contro le trivellazioni. L’«Ombrina Mare», impianto petrolifero della Rockhopper, è previsto a ridosso della costa. «Il popolo è sovrano, il governo Renzi ci ascolti»

In 50mila a Lanciano contro le trivellazioni in mare

In 50mila a Lanciano contro le trivellazioni in mare

Quaranta o cinquantamila, secondo i dati della polizia, ma poco importa. Importa che un fiume di gente, lungo 4 chilometri e mezzo e oltre, ieri ha invaso le strade di Lanciano, per dire no alle trivelle in Adriatico e in particolare alla piattaforma «Ombrina Mare», della Rockhopper, società delle Falkland: impianto previsto a sei chilometri dalle spiagge della splendida Costa dei Trabocchi. «Pane e olio senza petrolio»; «Sì a fave, birra e pecorino»; “Mare e costa, è tutta roba nostra»: un'infinità di striscioni, di colori, di slogan. «Assassini, lasciateci il bikini», recita un cartello rosa di un gruppo di signore....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi