closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Quella umanità condannata a una perenne non vita virtuale

SCAFFALE. «Critica dei morti viventi», un volume collettivo a cura di Cateno Tempio, per Villaggio Maori Edizioni

una scena tratta dalla serie tv The walking dead

una scena tratta dalla serie tv The walking dead

Ogni oggetto, ogni evento, ogni sentimento e creazione hanno bisogno, per essere davvero compresi, di uno sguardo filosofico. È questo sguardo che la Critica dei morti viventi cerca di esercitare sulla figura dello zombi. O meglio degli zombi, poiché «gli zombi sono morti che tornano in vita, gli zombi sono sempre più di uno, gli zombi sono una massa indifferenziata» (Antonio Lucci, in Critica dei morti viventi. Zombie e cinema, videogiochi, fumetti, filosofia, a cura di Cateno Tempio, Villaggio Maori Edizioni, pp. 110, euro 14). E ALLORA, in una successione e moltiplicazione di riferimenti e di metafore che diventa a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.