closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Rabin, un assassinio per impedire accordo con palestinesi

Rabin. Il premier laburista fu ucciso la sera del 4 novembre 1995 da uno studente ebreo, Yigal Amir, intenzionato a fermare la restituzione di Cisgiordania e Gaza ai palestinesi. L'attentatore non ha mai espresso rimorso

Yitzhak Rabin, assassinato dallo studente ebreo Yigal Amir la sera del 4 novembre del 1995 a Tel Aviv, è ricordato dagli israeliani come "Mr. Sicurezza", il comandante militare dal pugno di ferro con gli arabi ma deciso a raggiungere, grazie gli Accordi di Oslo del 1993, una intesa di pace definitiva con l'Olp di Yasser Arafat. Ai palestinesi invece Rabin ricorda le espulsioni di popolazione araba nella zona di Tel Aviv-Lod durante la guerra del 1948, l'ordine di spezzare le braccia a chi lanciava sassi durante la prima Intifada, assieme al ricordo della breve stagione della speranza (1993-95) quando anche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi