closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Rana Plaza, Benetton non risarcisce

Bangladesh. Risarcimenti lontani per i sopravvissuti alla strage. Alcuni grandi marchi non hanno ancora versato un euro

Mahinu ha 18 anni e lavora da quando ne ha 14 come operaia tessile. Doveva aiutare la famiglia perché suo padre era l’unico a portare a casa un reddito insufficiente. Lavorava al quarto piano del Rana Plaza, dove cuciva gonne e pantaloni per i grandi marchi internazionali. Ci ha raccontato che quella fabbrica, l’edificio della morte, era ben noto in città perché li potevi trovare lavoro se eri molto giovane. Per 12 ore al giorno 7 giorni su 7 Mahinu guadagnava 4.200 taka, appena 43 euro al mese (mentre il livello di salario vivibile raccomandato dalle organizzazioni asiatiche della Asia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi