closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Regeni, pressioni su Alfano. La procura smentisce Il Cairo

Italia/Egitto. Nessuna svolta imminente nelle indagini: una scusa per riaprire le relazioni diplomatiche

Mmanifestazione per la verità sull'omicidio di Giulio Regeni

Mmanifestazione per la verità sull'omicidio di Giulio Regeni

Non c’è alcuna svolta imminente nelle indagini sull’omicidio di Giulio Regeni. La smentita è secca: la procura di Roma nega assolutamente che dall’Egitto siano arrivate promesse di «nuovi passi avanti nell’inchiesta» sulla barbara uccisione del giovane ricercatore friulano, come riportava ieri Repubblica. Di più: «I magistrati egiziani non hanno annunciato, né fatto intendere, né configurato alcuna novità nelle indagini», riferisce una fonte della procura. Una smentita che smaschera l’operazione politica che sottende all’articolo apparso sul quotidiano romano in appoggio al nuovo corso alfaniano della Farnesina. La Repubblica infatti spiega che la promessa di «svolta» delle autorità egiziane avrebbe convinto il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi