closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Sassoon: “Ora ci vuole più Europa, servirebbero politici temerari e determinati”

Donald Sasson. Per lo storico inglese, allievo di Hobsbawm, "l'Europa è come una zuppa, ognuno ci trova il sapore che vuole. Ma il vero avversario è il neoliberismo". Divario generazionale o di classe? "Con uno scarto del 2% è impossibile una lettura unidimensionale del referendum"

Protesta a Londra per lo scandalo dei Panama Papers

Protesta a Londra per lo scandalo dei Panama Papers

Donald Sassoon è professore emerito di Storia europea comparata presso il Queen Mary College dell’università di Londra. Allievo di Eric Hobsbawm, si è occupato di storia del comunismo italiano, del socialismo e dei consumi culturali europei. Attualmente sta lavorando a un volume sulla parabola del capitalismo globale.   Professore, dopo il referenum il genio è fuori dalla lampada. Che succederà? C’è un clima d’incertezza che non sparirà certo fra un mese o due. Durerà parecchi anni e avrà un peso forte sulla politica e, soprattutto, sull'economia. Vedo esperti che, alle domande del pubblico su mutui, valuta, prezzi degli immobili, non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi