closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Scandaloso Clint, una fiamma che non si spegne mai

Cinema. La complessa etica del regista e le accuse della critica

Clint Eastwood

Clint Eastwood

Avrebbe dovuto dirigerlo Steven Spielberg, American Sniper. E chissà come sarebbe stato. Passato a Clint Eastwood quasi come un lavoro su commissione, con in dote tanto di Bradley Cooper in veste di protagonista e produttore, il film segue l’eccellente Jersey Boys a pochi mesi di distanza. Una doppietta, come nel 1997 con Potere assoluto e Mezzanotte nel giardino del bene e del male o nel 2003 con Mystic River e Piano Blues. O ancora nel 1990 con La recluta a seguire Cacciatore bianco, cuore nero. Che Clint Eastwood abbia in sé l’essenzialità di un Don Siegel e la razionalità di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.