closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Se la Brexit si rallenta

Europa. Il premier inglese Cameron cerca di ritardare l’uscita per ottenere condizioni di favore. Ma gli altri partner della Ue fanno pressing. Ieri a Bruxelles l’ultimo confronto a 28, mentre l’Europarlamento approva la «revoca rapida». Juncker a Farage: «Come mai qui? Non eri per il leave?»

Il premier inglese David Cameron ieri per l'ultima volta al Consiglio europeo di Bruxelles: oggi si riunirà a 27

Il premier inglese David Cameron ieri per l'ultima volta al Consiglio europeo di Bruxelles: oggi si riunirà a 27

Per alleggerire il clima, c’è chi ha evocato la possibilità che David Cameron, che ha del resto l’età adatta, avesse in testa Hotel California degli Eagles: «You can check out anytime you like, but you can never leave». Al governo conservatore britannico, difatti, piacerebbe avere la possibilità di un semplice check out, ma senza lasciare per sempre l’Ue, che per Londra significa mercato unico e passaporto finanziario. Non è la posizione dei partner. Almeno, al di là delle crepe che già sono venute alle luce in queste ore confuse, è la posizione ufficiale delle istituzioni. Ieri sera, David Cameron è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi