closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Studenti «esodati» a vent’anni, l’Isee esclude migliaia di borsisti

Università. Emergenza diritto allo studio a Milano, Torino, Roma, Bari. La denuncia degli studenti del coordinamento Link e dell'Udu. Il governo cerca una soluzione. Fratoianni (Sel): "Solo a Bari sono in 4668 in questa situazione. Questo è il masterplan per il Sud". Annunciate manifestazioni il 17 novembre, chiesto lo stanziamento di 200 milioni in legge di stabilità

Il diritto allo studio sta morendo e i tagli hanno creato una nuova categoria di universitari: gli studenti esodati. Tutto è iniziato a gennaio con la riforma dell’indicatore della situazione economico-patrimoniale Isee. Il 25 per cento degli studenti universitari italiani saranno esclusi dalle borse di studio avevano denunciato gli studenti della Rete della Conoscenza e dell’Udu a settembre. Detto fatto. Una prima analisi ieri ha dimostrato che l’allarme era giustificato. *** La storia: Il diritto allo studio è finito: escluso il 25% degli studenti*** «A Torino - sostiene Alberto Campailla, portavoce del coordinamento universitario Link - la platea degli aventi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.