closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Syriza getta la spugna (legale) sui marmi dell’Acropoli

Beni culturali. Il ministro della cultura annuncia che la Grecia rinuncia alle vie legali per far tornare i marmi dell'Acropoli esposti al British Museum dopo che l'Impero Ottomano autorizzò il loro spostamento in Inghilterra

Come riporta il quotidiano greco Kathimerini, martedì 8 dicembre il ministro della cultura Aristides Baltas ha dichiarato che la Grecia rinuncia a condurre giuridicamente la battaglia per il «rimpatrio» dei marmi del Partenone. La disputa è nota: i fregi scolpiti da Fidia nel V secolo a.C., ˗ capolavori dell’arte classica ˗ sono custoditi dal 1816 presso il British Museum di Londra, dove furono trasferiti in seguito a un controverso dispaccio ottomano che autorizzava il diplomatico inglese Lord Elgin a rimuoverli dal tempio della dea Atena situato sull’Acropoli. Interrogato dai deputati durante una sessione del Comitato parlamentare per l’istruzione, Baltas ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi