closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Tasse studentesche fuorilegge a Pavia

Università. Il Consiglio di Stato condanna l'ateneo a un risarcimento da 8 milioni di euro complessivi. In Italia le tasse in media sono cresciute da 980,81 euro del 2012 a 1.052,86 euro nel 2014. Gli studenti Udu: "La sentenza avrà un impatto politico. Molti atenei sono nella stessa situazione. In parlamento ci sono varie proposte di legge, il governo intervenga"

Il Consiglio di Stato ha condannato l’università di Pavia al risarcimento di 8 milioni complessivi per il mancato rispetto della normativa sulla tassazione universitaria per il triennio 2010-2012. Venerdì 6 maggio sono state depositate le sentenze che hanno dato ragione all’Unione degli universitari (Udu) e all’associazione Dottorandi Pavesi (Adp) che hanno presentato i ricorsi. Il Consiglio di stato non ha solo condannato l’ateneo pavese, ma ha anche stabilito un principio: le modifiche apportate alla tassazione universitaria dalla spending review approvata dal governo Monti non possono essere applicate. Già nel 2010, prima del blitz del governo del tecnocrate bocconiano, 35 atenei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.