closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Migranti, «ucciso chi non può pagare i trafficanti»

Palermo. Grazie a un pentito sgominato network criminale che trasferiva migranti dal Nord Africa in Italia

Agli investigatori ha raccontato tutto: nomi, luoghi e cifre del business lucroso come il traffico di uomini dall’Africa verso l’Italia, senza omettere particolari raccapriccianti come l’uccisione di quei migranti che non potevano più pagare gli smugglers. Ore e ore di racconti che Nuredin Atta Wehabrebi, il primo pentito di questo genere di traffici illegali, ha fatto agli agenti delle squadre mobili di Palermo e Agrigento e agli uomini del Servizio centrale operativo, e che hanno portato al sequestro a Roma di una profumeria vicino alla stazione Termini gestita da un eritreo e usata dai trafficanti come punto di raccolta dei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.