closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Un tragico «good morning America», il vero «reality» si gira in redazione

Media. Il fallimento clamoroso dei big data e del giornalismo 2.0 nella notte elettorale (e nell'anno e mezzo precedente)

In Italia non siamo certo novellini quanto a sondaggi ko e notti elettorali. Tuttavia quanto accaduto martedì notte in America non ha precedenti. Il «giornalismo 2.0» ha celebrato il suo funerale. Il racconto della realtà affidato a big data, guru della statistica, grafici in tempo reale, dissezioni minuziose dell’elettorato, valutazioni sabermetriche su ogni minima «issue» politica, è esploso come un pallone troppo gonfiato. Tutti i media - giornali, siti Internet e network televisivi - hanno sbagliato previsioni e narrativa. Inseguendo una società reale tanto analizzata quanto sconosciuta. Nessuno ha previsto quello che è successo. O meglio, qualcuno lo temeva: il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.