closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Venti di guerra sulla Libia, dialogo al collasso in Siria

Stato Islamico. Dal vertice di Roma Gentiloni e Kerry mettono sul tavolo l'intervento nel paese nordafricano, che attira nuovi adepti con il denaro. A Ginevra le opposizioni cancellano il meeting con l'inviato Onu

Il segretario di Stato Usa a Kerry insieme a Lady Pesc, Federica Mogherini

Il segretario di Stato Usa a Kerry insieme a Lady Pesc, Federica Mogherini

Mille dollari per vestire i panni di “soldato del califfo”: è il denaro che il braccio libico dello Stato Islamico offrirebbe a africani da Ciad, Sudan, Mali per rafforzare la propria presenza nel paese. Lo rivela l’intelligence libica: puntare ai paesi poveri è una strategia vincente. Secondo il colonnello Ismail Shukri, capo dei servizi segreti a Misurata, circa il 70% degli uomini del “califfato” a Sirte non sono cittadini libici, ma tunisini, sudanesi, egiziani, nigeriani e ciadiani. Che, aggiunge Jamal Zubia, portavoce del governo di Tripoli, non sono mossi dall’ideologia «ma dai mille dollari offerti, un sacco di soldi per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.