closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«I raid sauditi polverizzano il patrimonio dello Yemen»

Intervista. Lamya Khalidi, archeologa statunitense di origini palestinesi al Cnrs francese

Sana'a

Sana'a

La guerra contro lo Yemen è una guerra occulta: oltre 4mila morti, un milione di sfollati interni, 21 milioni di persone senza accesso costante a cibo e acqua. Alla devastazione subita dalla popolazione civile se ne aggiunge un’altra: quella alle immense ricchezze archeologiche e architettoniche di un paese che è stato culla della civiltà araba e islamica. Sana’a, Marib, Aden: città, che ad ogni angolo narrano la storia del mondo arabo e il suo incontro con popoli asiatici e africani, sono in macerie. «Paradiso»: questo significa in arabo il nome Aden, la città portuale a sud, target dei violenti raid...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi