↳ Ali Said Dawabsheh aveva 18 mesi, è morto bruciato vivo nella sua casa a Duma, Nablus

Coloni ebrei estremisti danno fuoco a una casa palestinese in Cisgiordania: muore bimbo di 18 mesi, feriti un fratellino di 4 anni e i genitori. Sulle pareti scritte in ebraico: «Vendetta». Il premier Netanyahu: «Terroristi». L'Anp: «Israele responsabile, intervenga la Corte penale». Gli Usa condannano, l’Italia tace

Editoriale

Coro di ipocriti

Zvi Schuldiner

Uccidere, bruciare un bimbo è certo terribile. Ma non sempre. Cosa risponderebbero il coro nazionale e gli imbecilli che dichiarano amicizia a Israele in Europa se facessimo una domanda molto semplice: di che colore era il sangue dei circa cinquecento bambini che le forze israeliane hanno ucciso l’anno scorso, nell’ultima guerra di Gaza? Sì, guerra.