Shujayea, il quartiere al confine, non esiste più, raso al suolo dai bombardamenti israeliani. Ma l’esercito di Tel Aviv non risparmia più nessuno. Bombardato l’ospedale Shifa. I morti ormai sono più di 500 tra i palestinesi e oltre 3000 i feriti, in gran parte civili. 25 i militari di Netanyahu uccisi. L’Onu chiede il cessate il fuoco, ma la diplomazia balbetta e non trova soluzioni. L’Unione europea sta a guardare, Kerry vola in Egitto. Cruciale il ruolo di al Sisi nella difficile mediazione con gli uomini di Hamas 

PACE

Cosa si può fare

Giuliana Sgrena

Corpi civili di pace di interposizione tra Palestina e Israele. E un’azione esemplare, eclatante, simbolica di europarlamentari e parlamentari che renda visibile al mondo che non vogliamo essere responsabili degli orribili crimini a Gaza

Politica

«Lascerò la Puglia». Vendola torna a Sel

Daniela Preziosi

Italia

Caso Uva, poliziotti e carabiniere a processo

Mario Di Vito

Sfoglia il giornale
Gior­nata cru­ciale, oggi, per l’Argentina nel con­ten­zioso che oppone il governo di Cri­stina Kirc­k­ner ai […]