Renzi avrebbe voluto le dimissioni di Marino, il sindaco invece resta e il «commissario» Orfini gli mette in giunta la guardia pretoriana del Pd: quattro nomi, tre ex assessori (al bilancio e vicesindaco Causi, ai trasporti il sì-Tav Esposito, al turismo Di Liegro) e un ex sottosegretario, Rossi Doria, alla cultura

Editoriale

Roma e le altre

Michele Prospero

Per­ché a Roma emerge solo un ceto poli­tico di scarsa qua­lità? Per­ché il sup­porto ammi­ni­stra­tivo fidu­cia­rio di sin­daci e gover­na­tori, […]

C'è vita a sinistra

Un soggetto per il governo

Argiris Panagopoulos, Marco Revelli