↳ Tusk, Van Rompuy e Mogherini dopo il via libera

Renzi ottiene la poltrona di «Lady Pesc», l’italiana Mogherini. Il polacco Tusk a capo del Consiglio Ue. Bruxelles nomina i «top jobs» ma resta divisa sul conflitto in Ucraina. Hollande si accoda a Merkel sull’inasprimento delle sanzioni alla Russia

Reportage

Il Borgo dei rifiuti

Roberto Lessio, Marco Omizzolo

Editoriale

Al posto giusto

Tommaso Di Francesco

Gaza, Libia, Siria, Iraq, Balcani. I silenzi e le reticenze italiane si aggiungeranno alla pratica dell’Ue. La nuova "Mrs. Pesc" non dice nulla. Perché questa Europa non può avere una politica internazionale comune. O meglio, ce l'ha. E la fa la Nato

Politica

La Repubblica dell’Idea

Micaela Bongi

Sottoscrivi per il manifesto
Italia

Torino, rogo alla cavallerizza reale

Mauro Ravarino

Sfoglia il giornale