Padoan avverte la Corte costituzionale: i conti pubblici vengono prima dei diritti. È lo stesso messaggio che Renzi ha già fatto arrivare ai giudici dopo la sentenza sulle pensioni. E vale per il futuro: sono prossime importanti decisioni di costituzionalità e il parlamento si prepara a ritoccare gli equilibri della Consulta

PENSIONI

Il governo della Corte

Massimo Villone

Con i suoi com­menti sulla Corte costi­tu­zio­nale, il mini­stro Padoan ha perso una ottima occa­sione per tacere. E dire che […]