Nella legge di stabilità arriva lo schiaffo ai pensionati: l’assegno verrà erogato il 10 di ogni mese, a partire da gennaio. Un accanimento verso milioni di persone che non arrivano alla terza settimana, esclusi dallo sgravio fiscale degli 80 euro e dalla rivalutazione dell'assegno. La segretaria dello Spi-Cgil Cantone: «Spero che Napolitano cancelli questa ingiustizia». Renzi al Colle per l’esame della manovra

MATRIMONIO OMOSESSUALE

Il compromesso impossibile

Massimo Villone

Politica

Meridiana, confermati gli esuberi. La proposta del governo

Redazione

Sfoglia il giornale