closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Il regista Keywan Karimi in carcere

Cinema. Sconterà 1 anno e 223 frustate per «Oltraggio all'Islam» il cineasta iraniano autore del film «Writing on the City» e di «Drum»: «Per Panahi si sono mobilitati tutti - spiega - io temo di restare solo»

Keywan Karimi

Keywan Karimi

«Volevo dirti che lunedì entro in prigione. Mi hanno avvisato che devo presentarmi». Incredulità. Silenzio. Poi il coraggio di dire una cosa stupidissima pur di spezzare il silenzio sulla conversazione in wifi. «Sei sicuro? È definitiva? Non è che rimandano ancora?». «Sì, è definitivo. Non c’è niente da fare. Per un anno dovrò stare in prigione. Non c’è altro da fare». Keywan Karimi, autore del documentario Writing on the City e di Drum, suo esordio nella finzione presentato nell’ambito della 31esima edizione della Settimana della Critica di Venezia, è rassegnato. Il suo calvario, fatto di convocazioni, interrogatori e minacce, trova...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.