closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

L’aborto clandestino torna, ma il governo punisce solo le donne

Legge 194. Una mozione di Sinistra Italiana per impegnare il governo a combattere l'"obiezione di struttura" e a rendere più accessibile l’aborto farmacologico «in regime di day hospital e, dove possibile, nei consultori familiari e nei poliambulatori»

L’aborto clandestino torna ad essere una piaga in Italia, anche se i numeri sono fortunatamente molto diversi da quelli precedenti al 1978, anno in cui venne varata la legge 194 proprio per arginare il fenomeno. Oggi però il problema torna ad emergere tanto da aver sollevato l’attenzione del governo che, nella sua schizofrenia bipartisan, da un lato sottovaluta il fenomeno - nella relazione annuale al parlamento del ministero della Salute - minimizzando così anche il problema della cosiddetta «obiezione di struttura», e dall’altro decide di sanzionare le donne che fanno ricorso all’aborto clandestino (e solo loro) con multe da capogiro....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi