closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Memoria da allevamento

Storie. A Lety, nella Boemia meridionale, sorgeva durante la Seconda guerra mondiale un campo di concentramento per Rom e Sinti, di transito per i campi di sterminio di Auschwitz. Ora in quel luogo è stata costruita una mega-porcilaia. Contro la vergogna del campo dimenticato di Lety centinaia di parlamentari, intellettuali e cittadini, tra i quali anche il premio Nobel Dario Fo, stanno firmando una petizione internazionale che chiede la demolizione dello stabilimento d’allevamento

Lety, la protesta rom davanti all'ingresso dell'allevamento di maiali

Lety, la protesta rom davanti all'ingresso dell'allevamento di maiali

La storia del campo di concentramento di Lety non è certamente una novità nella politica ceca. Il tutto comincia nel 1992 grazie a una ricerca del tutto casuale dello storico americano, ma di origini boeme, Paul Polansky. «Cominciai a sentir parlare del campo di Lety, nel periodo in cui conducevo delle ricerche sulla genealogia della mia famiglia - racconta Polansky - All’inizio ero soltanto curioso, perché girava voce che fosse un campo di lavoro nel quale i Rom dovevano “imparare a lavorare”. Solo che grazie alle fonti d’archivio scoprii che molti degli imprigionati avevano già un lavoro. E poi trovai...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.