closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

Miseria e sangue a Yarmouk

La guerra siriana. Nel campo palestinese alle porte di Damasco, dove continuano i combattimenti. popolazione senza acqua né cibo: è emergenza umanitaria. E dopo l’attacco dell’Isis gli abitanti sono passati da 160 mila a 6 mila. Restano i giovani, che «non andranno via se non per tornare in Palestina»

Donne in fila per il cibo nel campo palestinese di Yarmouk

Donne in fila per il cibo nel campo palestinese di Yarmouk

Espulsi i combattenti palestinesi di Aknaf al-Bayt al-Maqdes, lo Stato Islamico esce dal campo di Yarmouk, a sud di Damasco, e rientra nella sua roccaforte, il quartiere di Hajar al-Aswad. È così che funzionari palestinesi descrivono ai media la situazione attuale a Yarmouk. In realtà i combattimenti continuano all’ingresso nord del campo. Il gruppo armato palestinese legato a Hamas prende il controllo di strade ed edifici periferici e avanza verso la parte nordest. Al Fronte al-Nusra, affiliato ad al-Qaeda, rimane il controllo della maggior parte di Yarmouk. Il campo, istituito nel 1957, prima del conflitto siriano iniziato nel 2011 ospitava...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi