closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Obama contro tutti: «Libia nel caos per colpa di europei e Clinton»

Medio Oriente. Il presidente è un fiume in piena: affondi su Cameron, Sarkozy e sauditi. Ma se critica l'operazione contro Tripoli del 2011 oggi sta partecipando alla preparazione di una nuova campagna

Il presidente statunitense Obama

Il presidente statunitense Obama

«La Libia è nel caos». Il presidente Usa Barack Obama segue le orme dei predecessori e a 5 anni dalla campagna Nato contro la Libia critica quell’operazione. Ma non se ne assume del tutto la responsabilità: la scarica sui suoi consiglieri, sull’Europa e sul Golfo. In un’intervista alla rivista The Atlantic, Obama si è tolto tutti i sassolini che aveva nella scarpa. Interventi a gamba tesa su tutti: ha lamentato la mancanza di sostegno da parte degli alleati europei e delle petromonarchie del Golfo, le divisioni tribali del paese, gli errori commessi dai suoi stessi consiglieri. Come Hillary Clinton, l’allora...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi