closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

«Orbán attacca i diritti dei rifugiati»

Ungheria. L’attacco di Amnesty: «Ha sostituito lo stato di diritto con lo stato di paura per tenere i migranti lontani dal paese»

Un dossier di Amnesty International dal titolo «Speranze abbandonate: l’attacco dell’Ungheria ai diritti dei rifugiati e dei migranti» accusa il paese di dar luogo a maltrattamenti nei confronti dei migranti a scopo deterrente. Il testo parla di complicate procedure burocratiche e di violenze delle forze dell’ordine per scoraggiare i migranti a richiedere il diritto d’asilo alle autorità di Budapest. John Dalhuisen, direttore di Amnesty per l’Europa sostiene che l’Ungheria di Orbán «ha sostituito lo Stato di diritto con uno Stato di paura» basato su un sistema che, oltre ai reticolati posti ai confini con la Serbia e la Croazia, comprende...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.